LETTORI FISSI

Faccio sempre ciò che non so fare, per imparare come va fatto.
(Vincent Van Gogh)

giovedì 15 novembre 2012

TUTORIAL NATALIZIO DI PASTA DI SALE

Con questo post ho voluto accontentare alcune amiche che mi chiedevano di spiegare come lavoro la pasta di sale. A molte sembrerà scontato ma ogni volta che si impasta può succedere un imprevisto e il lavoro si rovina. Solitamente uso farina e sale fino comune. Li mescolo in proporzioni uguali e aggiungo poca acqua alla volta perchè solo con le mani si sente se la pasta è morbida ma non troppo e lavorandola il sale assorbe tutta l'acqua velocemente.


Il primo progetto è una ghirlanda augurale, il secondo è un porta candele centrotavola. Per aiutarmi nel modellare la pasta uso le mirette tipo quelle per il pongo o la creta, ma anche lo stuzzicadenti, il coltello e ogni oggetto che può riprodurre una forma interessante.


Per fare la treccia bisogna costruire due serpentelli e incrociarli, poi arrotolarli intorno a una forma che si desidera riprodurre, in questo caso la vaschetta della ricotta.


Si appiattisce leggermente il punto di congiunzione e si colora la pasta avanzata con della comune tempera, aggiungendo colore fino ad ottenere quello desiderato. Il mio consiglio è di lasciare la pasta da colorare più asciutta perchè altrimenti non si riesce a lavorare bene e diventa molla con l'aggiunta della tempera.




Per fare il centrotavola ho creato una striscia di pasta e ho inserito all'interno 3 tappi da birra, dove metterò le candele. Ho creato un bordo più alto con altri rotolini per sostenere le candele.
Mentre si aggiungono pezzi bisogna bagnare con un pennellino le parti da unire e poi ancora rispennellare alla fine. Così si è sicuri che i pezzi rimarranno uniti.



L'aggiunta di foglie è il momento più lungo della composizione, ma se si mettono bene, con armonia e ricchezza, il risultato sarà soddisfacente.



Quando creo la frutta spesso inserisco i chiodi di garofano perché danno un buon profumo e decorano.


Rose, uva, albicocche, mela e pera completano la ghirlanda, ma per asciugarsi ci vorranno molti giorni. A meno che non si cuocia nel forno a bassissima temperatura per 2 ore circa.



Una volta asciugata la luciderò con una vernice spray tipo il flatting, così sarà impermeabile. Volendo si può anche decorare con gli acquarelli dando un aspetto antichizzato, passando del giallo ocra diluito sulla treccia, o se si cuoce in forno coprendo le parti che devono rimanere chiare con la stagnola, mentre le altre si cuoceranno e prenderanno il colorito del pane.


Anche in questa decorazione ho aggiunto fiori e frutta ma ho completato il tutto con delle bacche rosse per dare l'idea del Natale.


Aggiungendo le candele alte si potrà usare questa decorazione sulla tavola delle feste. Appena saranno verniciate inserirò le foto complete. Dovrete avere un po' di pazienza, intanto cominciate a realizzare le vostre decorazioni per tempo, altrimenti non si asciugheranno.


Con la pasta avanzata mio figlio ha voluto creare delle formine, con gli stampi dei biscotti, da mettere sul nostro albero.  Con pazienza e manualità è riuscito a renderle meno anonime.



Queste invece le ho fatte io pensando alla festa della mamma, un po' in anticipo, anche se la pasta era diventata molla e non riuscivo più a modellarla, ma non volevo buttare via niente. Non si sa mai!



Buon lavoro a tutte e chi può faccia le foto ai suoi lavori, sarei curiosa di sapere se siete riuscite a creare quello che desideravate. A presto Ely.

27 commenti:

  1. Brava! sia la ghirlanda che il porta-candele sono molto belli e molto ricchi di particolari :) complimentissimi ^^
    Un saluto,Manu

    RispondiElimina
  2. sei stata brava a spiegare come si fa la pasta al sale e le tue decorazioni1
    Sono entrambe belle.
    Anche tuo figlio ha una buona manualità.
    Buona giornata
    Lu

    RispondiElimina
  3. Grazie per averci insegnato come si fa' la pasta di sale, e tu sei bravissima a realizzare queste meraviglie!!!
    Passa da me c'è un pensierino per te!!!!

    RispondiElimina
  4. Sei portata per la scultura. ciao. lisa

    RispondiElimina
  5. Mai provata la pasta di sale, ma quante belle decorazioni!!

    RispondiElimina
  6. Quante meraviglie! Hai spiegato tutto alla perfezione, si vede che sei un'ottima maestra.
    bacione

    RispondiElimina
  7. Tutorial interessantissimo!!!!E come ha detto già Sabrina spiegato benissimo proprio come deve saper fare un'ottima maestra.
    Sono convinta che i tuoi bambini ti adorano!!!!

    RispondiElimina
  8. e chi li sapeva che la pasta di sale si facesse cosi!!grazie a te ora l'ho scoperto,e sicuramente proverò a fare qualcosina,grazie, sei bravissima!

    RispondiElimina
  9. Che bella la ghirlanda!! La pasta di sale non la faccio quasi mai preferisco sempre quella di mais!

    un bacione
    Sara
    http://handmadebysara.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. nooooooooooo che meraviglia hai fatto!! Ti volevo segnalare un'iniziativa x farti conoscere! https://www.facebook.com/events/473034786081073/

    RispondiElimina
  11. Grazie Ely, tutorial bellissimo e...utilissimo!!! ciao e grazie ancora.
    Rosa

    RispondiElimina
  12. Ciao Elisabetta...che magnifica carrellata di colori e sapienza!
    BRAVISSIMA, vecchi ricordi conservati! ;)
    Bacio grande... NI;)

    RispondiElimina
  13. ciao
    che brava.
    Mi piacciono molto i cuori.

    RispondiElimina
  14. ciao Elisabetta
    io avevo provato a fare la pasta di sale ma, non avendo manualità, facevo sempre dei soggetti orrendi! Così ho lasciato perdere e ammiro i tuoi lavori!
    Bellissimi anche i decori di natale e i cuori per la festa della mamma.
    BRAVA
    Buona giornata
    barbara

    RispondiElimina
  15. Ma sei bravissima!!!! Tra l'altro queste creazioni sarebbero perfette per il mio contest ;)
    Se vuoi saperne di più, passa da me!
    Ciao ciao ^^

    RispondiElimina
  16. passo per un saluto serale da brivido....e un buon sabato
    Lu

    RispondiElimina
  17. Che belle creazioni Elisabetta:)) Hai spiegato passo passo molto bene:) Mi piace la frutta che hai creato e noto con piacere che in casa hai un altro creativo:))
    Un bacione e buon fine settimana,
    Sonia

    RispondiElimina
  18. ciao Eli è una bellezza!! grazie per la spiegazione!! Mi piace tantissimo la prima ghirlanda coi frutti :) un bacione!!

    RispondiElimina
  19. Ciao Ely, vedo che tuo figlio ha preso tutto dalla mamma!!!
    è bravissimo :-))) la ghirlanda mi piace tantissimo, volevo ringrazi
    arti dei commenti sempre così carini e affettuosi, un abbraccio Silvia













    RispondiElimina
  20. Ely che bei lavori!
    E' da un sacco di tempo che non uso la pasta di sale, quasi, quasi...
    Complimenti anche al pargolo!
    Bacio,
    Marina

    RispondiElimina
  21. caspita!! quanto lavoro ma quante soddisfazioni! una meraviglia dopo l'altra!!! Complimenti Elisabetta!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Che manualità!!! Io ho provato a fare la pasta di sale, la consistenza era giusta ma ci credi che ero negata?! Sono bellissime, ma quanto ci hai messo?!

    RispondiElimina
  23. che bello!! dovrò provare!!! ;)

    RispondiElimina
  24. Che meraviglia!!! Vengo adesso da NonnAnna... sei bravissima! Ed anche il piccolo artista...!!! Mi piace molto l'idea di questo centrotavola e poi, con la tua manualità...!

    RispondiElimina
  25. Grazie per il commento che mi hai lasciato e mi ha quindi permesso di vedere questi tuoi capolavori... lo sai che mi ero persa proprio tutti i tuoi post sulla pasta di sale?
    Io avevo solo sempre lasciato che la usassero liberamente i nipotini e mai avrei immaginato che con questo semplice ed economico materiale si potessero realizzare simili capolavori!!! Dovrò cimentarmi anch'io... anche se dubito che riuscirò anche solo lontanamente a creare qualcosa che si avvicini.
    Tante serene e gioiose giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  26. assolutamente splendide queste creazioni, metterò questo tuo tutorial tra i preferiti nel mio computer, prima o poi lavorerò anch'io con la pasta di sale. Ciao e grazie

    RispondiElimina